Il concetto di rifugio alpino non esisteva prima della metà del diciannovesimo secolo. Questo tipo di strutture, in buona sostanza, sono nate per rispondere alle necessità degli alpinisti, per i quali avrebbe senza dubbio giovato disporre di punti d’appoggio in cui pernottare o ristorarsi prima di cimentarsi in una salita. I tempi erano assolutamente diversi da quelli di oggi, ma la consuetudine di costruire rifugi e di preservare i primi realizzati, è rimasta.
Ecco i 4 rifugi più belli d’Italia.

Rifugio Luigi Brioschi

Secondo un sondaggio promosso da Meridiani Montagne con il patrocino del Club Alpino, è il Rifugio Luigi Broschi il più bello d’Italia. Si trova nel comune di Pasturo, nella provincia di Lecco, a ben 2.410 metri. È situato nelle Prealpi Lombarde, sulla vetta della Grigna, e ha una lunga storia. L’inaugurazione del rifugio risale al 1895 e originariamente era noto come Capanna Grigna Vetta. Nel 1926 venne poi ampliato da Luigi Brioschi e per questo mutò il suo nome. Durante la Seconda Guerra Mondiale, venne demolito e poi ricostruito alla fine del conflitto. Il rifugio presenta 36 posti letto ed è di norma il punto di partenza per la Traversata Alta che conduce direttamente sulla vetta della Grigna Meridionale.

Rifugio Antermoia

Il Rifugio Antermoia sorge nel gruppo del Catinaccio, all’interno del bacino idrografico della Val di Fassa. È una struttura risalente al 1911, ma che ha saputo rimanere al passo con i tempi. Infatti, negli ultimi anni, vi è stata l’installazione di pannelli fotovoltaici per contribuire al fabbisogno energetico del rifugio.

Rifugio del Monzoni Torquato Taramelli

Deve il suo nome al fatto che si trova sul Gruppo dei Monzoni, a quota 2040 m (nel comune di Pozza di Fassa, in provincia di Trento) e al fatto che è stato dedicato al celebre geologo omonimo. È stato aperto nel 1904, ma dopo più di un secolo sembra che il tempo non sia passato in questo piccolo cubo di pietra e legno. Si trova in una posizione dominante, al di sotto delle vette che lo circondano e costituisce per questo un suggestivo balcone naturale anche solo per osservare il panorama.

Rifugio Pradidali

Costruito a 2.278 metri, fra le pareti delle Pale di S. Martino, questo rifugio è una delle più famose basi alpinistiche delle Dolomiti. La costruzione del Pradidali ha avuto luogo nel 1896 e la struttura si trova nei pressi di un pittoresco laghetto.

Categories: Rifugi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *